Lazzaro, staccati dal muro e vola

Era un po’ che  non scrivevo un post, condizione che probabilmente turba l’Iperuranio: a Farfallula è venuto in sogno Sandro Veronesi (qui), a me è testè apparso Caparezza. A Farfa lo scrittore toscano ha chiesto quando avrebbe scritto il prossimo libro (il prossimo libro di Farfa, non di Veronesi), a me Caparezza non mi ha cagato proprio, o meglio è stato gentilissimo, ma era troppo impegnato a convincere una sua amica che la ragazza “stitica” di una sua canzone non era lei, e se era lei lo doveva prendere come un complimento. Senza scendere troppo nei particolari dovevo raggiungere un punto B della Puglia partendo da un punto A (con A e B realmente esistenti e a me familiari), vado in un’agenzia di viaggi e mi viene consigliato di noleggiare una macchina, la suddetta auto mi viene a prendere (scritto così sembra che sia stata un’iniziativa dell’auto di venirmi a prendere, ma è un sogno, quindi provate a contraddirmi) al punto A guidata dall’ipertricotico cantore. Arrivati al punto B, Capa e la sua amica mi salutano, io scendo e mi pongo un interrogativo filosofico che ancora mi fa tremare le vene dei polsi: “Ma che cazzo ci sono venuto a fare qui?”.

Una volta un antropologo della mia Università, dopo che in Africa ne aveva viste di tutti i colori, affermò che i poteri paranormali esistono, tutti li hanno, ma non possono essere controllati (non ne sono sicuro ma mi pare che successivamente diventò lo zimbello della Facoltà). Ieri ho scoperto il mio potere: posso resuscitare le zanzare. Nel pomeriggio ero in bagno a lavarmi i denti, una culicidae mi ronzava intorno (ma un tempo non c’era la norma non scritta, un patto tra uomo e insetto, che imponeva alle zanzare di non rompere il cazzo di giorno?), allora ho cercato di afferrarla al volo come tento di fare spesso  (come Karate Kid con la mosca. Oppure era il ragazzo dal Kimono d’oro?), ma stavolta ci riesco, apro lentamente la mano; l’insetto è accartocciato alla radice del dito medio, attorno a sè materiale organico (suo, non mio), guardo la salma, provo anche della compassione, all’improvviso come se nulla fosse la zanzara vola via. Mi guardo intorno, e dopo diversi minuti intercetto il resuscitato sul muro, mi avvicino e l’osservo: gli mancano tutte le zampe del lato sinistro, entrambe le ali piegate, l’addome palesemente deformato, era in pratica una zanzara zombie. A questo punto penserete che le zanzare mi trattino come un messia, invece no, sarà che ultimamente c’è una deriva agnostico-atea-razionalista tra le zanzare, o forse sono semplicemente stronze, fatto sta che una di loro mi ha svegliato a quest’ora della notte (in realtà sono le 8:30, ma per me è come se fosse notte), subito dopo il sogno con la special guest.

Ora che ci penso capisco perché Capa mi ha trattato con sufficienza; tra tutti i poteri paranormali che potevano capitarmi mi è toccato in sorte il più idiota.

Postilla del giorno dopo: per qualche giorno non ci saranno nuovi post, mi allontano da Roma. In realtà sarebbe più corretto scrivere che parto, ma “mi allontano da Roma” mi piace di più, suona come un “ci siamo presi un periodo di riflessione”.

Annunci

4 pensieri su “Lazzaro, staccati dal muro e vola

  1. la ringrazio, ingegnere, per la gradita citazione.
    Caparezza non è tra le mie star preferite, purtuttavia non disdegno.
    Quanto alle zanzare, io ho risolto grazie alla fagocitante attività del mio gatto onnivoro.
    Se magna ‘e zanzare.

  2. @Farfa: e neanche Veronesi lo è tra le mie (star preferite), tiè, ognuno si sogni gli autori suoi! P.s. allora Filippa non russa, ronza, forse le mangia senza masticarle.
    @Rael: dà molta soddisfazione quando viene a trovarti a casa un’amica, entra, fa i complimenti alla dirempettaia e se ne va…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...