Alfano attento, ancora fischia il modem

-Pronto? Chi è? / -Sono io… / -Ciao. / -Hai fatto quella cosa che ti ho detto? / -Sì. / -Qualche problema? / -Nessuno. / -Ottimo. Loro hanno detto qualcosa? / -Mi pare di no. / -Bene… bene… ah lo sai chi si è sposata?

Questa è la trascrizione di una telefonata tra me e mia madre, pubblicata senza il suo permesso, in base alle nuove norme sulle intercettazioni ho violato la legge. E me ne vanto.

L’ho scoperto solo oggi, ma nel disegno legge che regolamenta le intercettazione è stato introdotto l’obbligo di rettifica per tutti i gestori di siti internet (qui il tutto spiegato molto bene da Guido Sforza); supponiamo che io abbia scritto un post in cui parlo di tizio, tizio ritiene offensivo il mio post, in quanto in esso sono mosse delle accuse che non possono essere dimostrate, o che tizio ritiene non dimostrabili, mi contatta e mi notifica di voler esercitare il suo diritto di replica, oppure mi intima di rettificare il post, io ho l’obbligo entro 48 ore dalla notifica a rettificare, pena ammenda fino a 25 milioni di vecchie lire. Non trovate strano che l’importo dell’ammenda sia espresso in lire? Invece strano non lo è affatto, perchè stiamo parlando di una vecchia legge che riguarda la stampa e che è stata estesa anche ai media telematici. Sono curioso di conoscere i dettagli di questa legge; come fanno a notificare l’obbligo di rettifica? Attraverso mail? E se non è riportata alcuna mail sul sito? Attraverso posta? Ammettendo che la piattaforma che ospita il sito fornisca i dati del blogger al presunto diffamato (cosa che dubito sia legale), chi garantisce che quei dati non siano falsi? E’ vero, c’è il reato di diffamazione, un magistrato può obbligare un provider a fornire un indirizzo ip, ma se io scrivo i post da un posto con wifi pubblico (tipo aeroporti, parchi, università)?

Non so se questa legge avrà l’effetto, come molti temono, di mettere un bavaglio ai blogger, so solo che se non la modificheranno, o se la prenderanno troppo sul serio, ci sarà un esercito di gente che troverà lo scopo della propria vita nell’aggirarla. E non escludo che fra questi ci potrei essere anch’io.

P.S. per quanto concerne il Ddl sicurezza varato oggi, invito a leggere quest’articolo di zacforever.

Annunci

3 pensieri su “Alfano attento, ancora fischia il modem

  1. rasoiata

    Bene.Armiamoci.Credere di mettermi un bavaglio e’ possibile,basta prendere una p38,colpirmi in mezzo alla fronte e seppellirmi sotto tre metri di terra.Viceversa non mi chiuderanno la mente neppure con una serie infinita di elettroshock.

  2. eno

    io il bavaglio lo voglio di cotone perché l’acrilico mi irrita.
    No, adesso che ci penso… sulle labbra non va bene nemmeno il cotone.
    E poi se non lo mettono a lui il bavaglio, con tutte le cazzate che spara ogni giorno! Come hai detto mamma??? No, tranquilla che a noi non ci ha mica intercettato Barabba!!! Come dici? Ahhhh sì, quando mi hai chiesto di comprare un paio d’etti di quella roba…. Ma dai si capiva che parlavi di mascarpone! Mica si mette la coca nel tiramisù…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...