Stravaganze

A raccontarlo non ci si crede. Eppure è accaduto. Tutti si aspettavano una reazione arcoriana contro il giudice che ha sancito il maxi risarcimento di Fininvest nei confronti della Cir, in merito all’affaire Mondadori, ma nessuno si aspettava che l’attentato fosse tanto grottesco: la trasmissione Mattino 5 ha pedinato il giudice Raimondo Mesiano in una normalissima mattinata in cui andava a farsi barba e capelli e fumare una sigaretta al parco, condendo il servizio con l’informazione che il giudice è stato appena promosso dal Csm (in realtà un normalissimo avanzamento di carriera per anzianità), nel servizio più e più volte si fa riferimento a una supposta stravaganza del pm, incompatibile, a giudizio della redazione, con il suo mestiere. Del resto come dare torto alla redazione di Mattino 5; un giudice che ha il cattivo gusto di indossare calzini color turchese non può mica giudicare il Presidente del Consiglio, c’è un evidente conflitto di stile, c’è il leggittimo sospetto che il giudice sia uno stravagante. Poi a supporto delle stranezze dell’imputato mediatico ci sarebbe una causa che il giudice slitta da diverso tempo, uno scandaloso, inquietante caso di un tubo che perde (lo giuro è vero), e il fatto che nel 2006 Mesiano, in un ristorante, avrebbe alzato il calice alla notizia data in tv dei risultati delle elezioni politiche, rivelazione fatta da un avvocato che vuol rimanere anonimo. Vabbè la cosa non merita altri commenti, è tanto patetica che si accoltella da sola, però devo riconoscere che l’aggettivo attribuito a Mesiano fa invidia: stravagante, meraviglioso. Faccio un appello alla corte del Re; basta chiamare noi che non ci inchiniamo comunisti, chiamateci stavaganti. Brachino è un grande esperto di comunicazione, pensateci; i comunisti sono furbi e complottisti, e poi mangiano i bambini, fanno paura, e chi incute paura ha potere, gli stavaganti invece nessuno li prende sul serio, sono gli scemi del villaggio. Sì, è meglio stravaganti. Siamo tutti stravaganti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...