Sono deluso, preliminarmente deluso. E schifato, in via definitiva.

Nella giornata di ieri sono scattate le manette per quattri carabinieri, rei di aver ricattato il Presidente della Regione Lazio, Piero Marazzo, con un video in cui l’ex giornalista di Rai 3 sarebbe stato sorpreso in mutande a casa di un transessuale, tale Natalie (nel cui appartamento sarebbe stata trovata anche della cocaina), che da parte sua sostiene di conoscere Marrazzo da diversi anni. Nell’occasione del video (durata di due minuti circa), Marrazzo avrebbe pregato gli uomini dell’arma di non rovinarlo, e avrebbe staccato e firmato, sotto loro richiesta, tre assegni, per giunta mai incassati. Sempre nella giornata di ieri, la vittima della vicenda ha fatto sapere che si tratterebbe di bufala, di falso, di complotto atto a rovinarlo politicamente, ha dichiarato che non esiste alcun video e se esiste è falso, ha richiesto la perizia calligrafica sui presunti assegni. Oggi però le indagini sembrerebbero confermare l’esistenza del video e della vicenda, Marrazzo, interrogato dal magistrato, avrebbe ammesso di essere stato a casa di Natalie e di aver subìto la perquisizione di questi zelanti carabinieri, che da molto ladri e poco guardie, avrebbero fatto sparire tutto il contante presente in casa (2000€ dal portafoglio di Marrazzo e 3000€ dall’abitazione). Oggi viene fatto sapere che gli indagati sarebbero titolari di “ingenti patrimoni”, cosa che fa presuppore un’attività illecita continuativa dei carabinieri arrestati.

Sono deluso. Non mi importa nulla se Marrazzo è andato a pagamento con una donna, un uomo, o un trans. Come non mi importava niente di Silvio Sircana (ex portavoce di Prodi). Come non mi sarebbe importato nulla di Berlusconi se la sua vicenda si fosse fermata solo alle lenzuola; non mi importa se Marazzo va con un transessuale se poi lui non va al Family Day e non fa delle ipocrite leggi sulla prostituzione, non mi importa nulla se Marrazzo va con un transessule se poi non lo piazza come candidato nelle liste del suo partito o lo sistema nelle istituzioni. Però mi importa, se Piero Marrazzo, politico in cui molti credono, mente. La falsa testimonianza è un peccato infinitamente più grave degli atti impuri, nel mio personale decalogo. C’è da dire che queste di questi giorni dovrebbero essere le indagini preliminari, bene, io sono preliminarmente deluso. Per non dire schifato, poi, da alcuni personaggi con pistola e distintivo in questo Paese, beninteso che la polizia corrotta esiste dovunque, che le forze dell’ordine sono una categoria come un’altra e quindi è normale che ci siano delinquenti e galantuomini, ma in pochi Paesi, come il nostro, si fa finta di non saperlo, in pochi paesi, come il nostro, un politico di spicco (uno che oggi è una delle quattro più alte cariche dello Stato, per intenderci) difendeva l’operato della polizia in una vicenda che ha indignato il mondo intero (i fatti di Genova e della caserma Diaz), e dopo la sentenza della magistratura, che se pur non condannava i presunti mandanti puniva gli esecutori, fece finta di niente, fischiettava, non ammise di aver sbagliato, non ammise il rischio di mele marce, e probabilmente un ragazzo di Parma, un ragazzo di colore che risponde al nome di Emmanuel Bonsu, attende ancora le scuse di qualcuno, qualcuno ingiaccaincravattato e col culo sprofondato nelle poltrone del potere, che lo aveva accusato di aver inventato tutto.

Annunci

7 pensieri su “Sono deluso, preliminarmente deluso. E schifato, in via definitiva.

  1. Pingback: Marrazzo: colpevole di ingenuità - i.mag

  2. Ti dirò a me non importa che a Marrazzo piacciano uomini, donne o trans ma il fatto di aver pagato un trans per andarci al letto mi fa ancora più ribrezzo della falsa testimonianza. E questo perchè l’idea della prostituzione sta passando come una cosa normale, una cosa qualunque, ma se ci pensi chi mai darebbe il proprio corpo in vendita se avesse la possibilità di scegliere un buon lavoro, realizzarsi…
    E’ inutile che tutti parlano male della prostituzione, facciano delle pseudo-leggi, e poi sono i primi a “reggere” questo giro

  3. Ah Marrazzo Marrazzo! tu che eri mandato da rai tre, tu che difendevi i consumatori beffati, oh, Marrazzo, ora piangi lacrime di coccodrillo dopo aver confessato la marachella.
    Ci si potrebbe chiedere: c’è un mandante che ha sguinzagliato i 4 infami carabinieri portandoli a irrompere nella casa di Natalie proprio mentre Marrazo è a braghe calate? e che la bolla esploda proprio a qualche giorno dalle primarie? proprio a voler far passare il messaggio che tanto sò tutti uguali è un magna magna generale puttane droga e frega-soldi a tradimento?
    Marrazzo certo, vada con chi vuole, puttane, uomini, donne e nani da giardino. Marrazzo, faccia della sua vita sessuale quel che più gli piace che poi se se la deve vedere con sua moglie sò solo cazzi suoi.., mi basta che un trans non diventi ministro delle pari opportunità o venga canidato alle europee o spunti in tv a presentare un programma su rai uno per famiglie e pensionati.
    Per il resto, vorrei dire a Marrazzo, ex presidente della regione: ma santo dio, ma te, un posticino tranquillo, un appartamento isolato, una casa in campagna a Fondi o Colleferro, un seminterrato a Ovindoli, a Frittole, a Fara Sabina, non ce l’avevi in cui ricevere le tue “debolezze” ? proprio a casa del trans dovevi andare che ci può davvero entrare chiunque e in ogni angolo può essere piazziata una videocamera? ma proprio vi piace poter essere facilmente ricattabili? fa parte del gioco? ci si attizza di più? Mah, questo io mi chiedo, poi che abbia mentito, rimane il fatto che è pur sempre un essere umano, travolto da uno scandalo che gli rovinerà la carriera politica, la vita privata e in generale l’esistenza per un pò. Non dimentichiamo che cmq ha confessato e soprattutto si è DIMESSO, pratica che attualemente sembra esser passata di moda tra i politici in generale e i presidenti del consiglio in particolare.

  4. @Roberto: non è un caso che venga definito il più antico mestiere del mondo
    @Farfa: sono daccordo con te ed è quello che ho cercato di descrivere nel post, forse quando l’ho scritto ero più duro con Marrazzo di quanto lo sia ora, ho percepito il dramma dell’uomo, mentre nelle prime ore sembrava esserci solo calcolo.

  5. io immagino come debba sentirsi la figlia. Un uomo finito. Mi spiace per lui. Ma d’altronde, andando a trans con l’auto blu e non denunciando tutto subito ha dimostrato di essere uomo ma non presidente.

  6. rasoiata

    Illustre.
    Il Marrazzo e’ colpevole più di chi lo ha ricattato.
    Negli ambienti romani e’ risaputo che il maramaldo gira con una cerchia di veri farabutti e che da anni frequenta trans e pippa la polverina.
    Potrei essere smentito solo se qualcuno mi indicasse un trans da 3000euro a botta.
    Se vai a far sesso a pagamento e ti porti 5000 euro cash e’ evidente che compri droga.
    E’ notizia di oggi che la merdamarrazzo si e’ ritirato in un convento.
    Dopo aver mentito,prodotto un certificato di malattia patetico e avermi preso per il culo per anni, il sig Marrazzo si rifugia fra le suore.
    Non v’e’ nulla di decente.
    Se poi si ha la memoria lunga taluni ricorderanno che il padre di questa ameba,l’indimenticato Gio’ Marrazzo,venne trucidato dalla mafia, la stessa organizzazione che intascava gli assegni del figlio orfano.

    Puah!

  7. Pingback: Guarda la fotografia « Ed ora qualcosa di completamente uguale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...