La romantica crepa

Prima una scia bluastra da dietro la montagna, poi un cono di luce, ed infine una spirale nel cielo. Se non fosse per le altre numerose foto e video, la foto qui pubblicata l’avrei senz’altro bollata come bufala, eppure è successo, e ne sono testimoni i norvegesi residenti nella zona di Trøndelag, mercoledì mattina, ore otto circa. Il centralino dell’istituto metereologico norvegese è stato preso d’assalto, ma inutile è stata l’attesa e la fatica dei nostri cugini che vivono sul tetto d’europa; il fenomeno non ha nulla in comune con meteroiti e aurore boreali. La notizia è di quelle che fanno orgasmare quelli che vedono gli ufo anche dietro la schiuma del cappuccino. Qualcuno ha parlato di test militari russi, esattamente di un test segreto e del lancio, finito male, di un razzo, partito con ogni probabilità, da un sommergibile nel Mar Bianco; nessun test era previsto fanno sapere le autorità (ma và… non a caso sarebbe un test “segreto”), ma guarda caso era vietata la navigazione nel Mar Bianco proprio a ridosso dell’accaduto. Ovviamente io non ho idea di cosa sia, però posso tifare, e personalmente tifo per la squadra che ha già perso; quella del fenomeno naturale. Abbiamo un’idea monolitica della scienza, pensiamo che tutto quello che conosciamo sia davvero tutto il conoscibile, ma non è così. Fleck descriveva la scienza come un insieme di cerchi concentrici, quelli più interni, in cui la scienza e la conoscenza nascono, hanno come forma di ragionamento la domanda e il dubbio, mentre nei cerchi esterni vigono gli assiomi e le leggi. Chi fa scienza in prima persona sa che il nostro sapere è solo un modello, una serie di ipotesi meticolosamente relazionate tra di loro, bene, una crepa in questo modello, per me, è più affascinante di qualsiasi ufo e più avvincente di qualsiasi segreto militare.

Postilla del giorno stesso: a 24 ore dal fenomeno arriva l’ufficializzazione di quella che sembrava la tesi più realistica, si è trattato del tredicesimo test per il missile russo Bulava, test fallito, come i precedenti, una sorta di gigante dei cieli destinato a scortare testate nucleari, ma che si spera, continuerà a offrire solo spettacoli pirotecnici agli scandinavi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...