Addio Mario

Muore all’età di 112 film* il maestro Mario Monicelli. Si è buttato da un balcone dell’ospedale San Giovanni a Roma in cui era ricoverato. A maggio aveva compiuto 95 anni. “Nessuno si suicida a 95 anni”, ha commentato Giovanni Veronesi. Originale nella vita, nella professione, e nella morte.
Ipse dixit:
-Il cinema non morirà mai, ormai è nato e non può morire: morirà la sala cinematografica, forse, ma di questo non mi frega niente.
-Nella mia lunga vita ho concluso che muiono solo gli stronzi.
-Domanda: Maestro come va a finire questo film (la recente storia italiana)? Risposta: Spero che succeda quello che in Italia non c’è mai stato, una bella botta, una bella rivoluzione, Rivoluzione che non c’è mai stata in Italia… c’è stata in Inghilterra, c’è stata in Francia, c’è stata in Russia, c’è stata in Germania, dappertutto meno che in Italia. Quindi ci vuole qualcosa che riscatti veramente questo popolo che è sempre stato sottoposto, 300 anni che è schiavo di tutti.
-Gli attori, in genere, sono dei malati di mente che hanno una sola ambizione; quella di piacere a tutti.
-Mi sfogo. Quando posso. E poi, le dico: sa perché sono riuscito ad arrivare a 93 anni così lucido da star qui a parlare di politica con lei? Perché non sono pessimista. Ma superficiale e comunista.
———–
E’ difficile selezionare una rosa di titoli da consigliare, ad esempio, a un ragazzo/a molto giovane che non conosce il cinema di Monicelli, se proprio dovessi mettere su l’indispensabile il kit sarebbe composto da: ° La Grande Guerra. ° Romanzo popolare, ° Amici miei, atto I e II, ° Un borghese piccolo piccolo, ° Il marchese del Grillo.
———-
Aggiornamento delle 0:23 del 30/11; un paradosso tristemente ironico e perfido che sarebbe piaciuto a Monicelli, cerco su Facebook il suo nome, l’ultima pagina aggiornata è “Mario Monicelli è morto”, piace a 13 persone…
———
*come regista, soggettista e sceneggiatore. Esclusi i titoli in cui compare come attore. Il numero pubblicato dai siti dei quotidiani e dagli altri mezzi d’informazione in queste ore è assai inferiore, in quanto non vengono presi in considerazione i soli soggetti e la produzione, per lo più da sceneggiatore, che lo ha visto impegnato dal ’37  al ’49, anno di incontro con Totò e Steno.
Annunci

Un pensiero su “Addio Mario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...