Ero iscritto @ massoneria, e non lo sapevo

Mi sono imbattuto in una trasmissione di Mediaset intitolata “Misteri”, che è la risposta di Cologno Monzese a “Voyager”, e se il format Rai tenta di essere una sorta di Quark sotto acido (di pessima qualità però), il secondo strizza l’occhio al Fantasy, collezionando anche la presenza di quello che un tempo era un discreto scrittore noir, ovvero Andrea G. Pinketts, che evidentemente negli ultimi tempi ha problemi con Equitalia. Ma torniamo alla puntata; mi ha colpito un servizio sulla massoneria, era un insulto all’intelligenza dello spettatore medio, di un ridicolo da fare quasi tenerezza. Attenzione, prima ancora delle tesi sostenute (ci muoviamo nei paraggi del New World Order per capirci) erano le argomentazioni preventive, quelle suggestioni che servono a forzare le crepe nel senso della realtà dello spettatore, a essere di una sfacciataggine inaudita. Ad esempio, veniva mostrata la planimetria della città di Washington in cui era possibile riconoscere forme e simboli massonici, come il compasso (semplicemente due strade che si incontrano formando un angolo acuto) o una stella la cui punta indica la Casa Bianca (ma la stella ne ha cinque di punte!). Vi giuro che sul Tuttocittà di Roma vi posso “far vedere” almeno un centinaio di simboli, numeri, lettere, persino parole. Sono vecchie tecniche di persuasione che conoscono bene in molti; dagli psicologi ai maghi, dagli scrittori ai pubblicitari. Faccio un esempio. Guardate le immagini: quello sopra è il tipico grembiule massonico, quello sotto è il logo di Gmail. Altre due o tre analogie simili e potrei sostenere che la G di Gmail non sta per Google ma per Gelli, e qualcuno potrebbe anche credermi!

Annunci

8 pensieri su “Ero iscritto @ massoneria, e non lo sapevo

  1. orpo! Pure io 🙂
    Sì, certe trasmissioni fanno proprio sorridere. Eppure…guarda da quanti anni continuano a raccontarci dei cerchi nel grano e dell’alieno dell’area 51

  2. Pingback: Il professore fiammingo « Magari Domani

  3. fabio

    forse e’una chiave di lettura azzardata ritenere che l’urbanistica di washington risponda a criteri di simbologia massonica , ma il pezzo di carta piu’ importante, che cotituisce la valuta di scambio nel paese di cui washington e’ la capitale, straborda di simbologia circonstanziata e di evidente richiamo esoterico-massonico,il fatto che gli USA siano una repubblica democratica fondata sui valori della libera muratoria e’ cosa ben risaputa e addirittura rivendicata da certi ambienti.
    il fatto che si parli di liberi muratori mi fa venire in mente
    che rifacendosi costoro anche alle nozioni apprese dai costruttori di cattedrali, magari una controllatina veloce al posizionamento nello spazio degli elementi monumentali possano averla anche presa in considerazione nella fas di progettazione.
    Per quanto riguarda l’iperbolica G che starebbe per Gelli fara’ ridere, pero’ che il logo del servizio di posta elettronica del maggior veicolo e produttore d’informazioni mondiale possa richiamare direttamente un grembiulino massonico,essendo google il frutto del genio statunitense,forse non sara’ probabile ma e’ quantomeno plausibile.
    detto questo “misteri” e’ un programma penoso e purtroppo un’altra occasione mancata.

  4. Alex

    Gli allieni non esieteno. Loro ci fanno credere che esisterebbero, ma non è vero. Ci dicono solo per allontanarci dalla verità. In realtà gli allieni non sono altri che spiriti malvagi con quale i satanisti parlano e si vendono l’anima a loro per fare la loro volontà, cioè la volontà degli spiriti malvagi. Per questo il mondo va così male. Quindi non cercare ti cambiare il mondo, ma voi stessi affinché le persona che vi vedono come vivete credono in Dio.

  5. Pingback: Colby's mattress pads reviews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...