Puffetta non è una troia (saggio breve)

 Dato che il post pubblicato poche ore fa non era sufficientemente serio e profondo, decido di scrivere un veloce commento su di un argomento di primaria importanza e su cui si sono misurate le menti più illustri del nostro tempo: i puffi. I revival mi fanno tristezza, compresi quelli dei cartoni. A una seienne che chiede a me se ho visto il film dei puffi vorrei rispondere che io li guardavo quando i genitali dei suoi genitori erano ancora degli inutili orpelli privi di utilità alcuna come privo di senso era la loro divergenza morfologica, ma per affermare questo non contravvenendo all’onestà intellettuale il padre e la madre dell’ipotetica bambina dovrebbero essere decisamente giovani, e poi una pivella di prima elementare difficilmente apprezzerebbe cotanto slancio retorico. Ad ogni modo una cosa che non sopporto dei puffi è quando si dice che Puffetta è una troia, semplicemente perché è l’unico puffo di sesso femminile, considerazione pericolosamente e odiosamente sessista, oltre che priva di ogni fondamento. La versione ufficiale vorrebbe Puffetta come una creazione di Gargamella, ma si tratta evidentemente di una toppa di censura; il motivo per cui Gargamella dà la caccia ai puffi è perché costituirebbero l’ingrediente principale per la pietra filosofale, almeno nel fumetto, mentre nel cartone Gargamella si limita a mangiarli; ma se Gargamella può creare in provetta i suoi puffi, perché dannarsi l’anima per catturare quelli selvatici? Ma dai, parliamoci seriamente; tutti i puffi sono maschi eccetto Puffetta, è evidente che anche Puffetta è nata puffo, e Puffetta lo è diventata solo in seguito a una lunga, sofferta e sacrosanta storia di emancipazione, Puffetta è il puffo Transessuale, e nella comunità blu non viene discriminata o emarginata per questo, no, al contrario la sua diversità la rende a pieno titolo membro della società del fungo, infatti ogni puffo ha una personalità unica che si reverbera nel nome, la diversità li rende tutti uguali. In quel film di Tarantino il cui titolo è un’esortazione al suo omicidio, Bill sostiene che Clark Kent è la critica di Superman al genere umano, analogamente Puffetta è la lezione che Grande Puffo dà all’uomo moderno sull’identità di genere.

Bibliografia essenziale:

Donnie Darko

Annunci

5 pensieri su “Puffetta non è una troia (saggio breve)

  1. beh l’altra versione vuole che Puffetta fosse una specie di Eva creata dal Diavolo (Gargamella) per tentare l’uomo (puffo). Anche qui di approfondimenti ce ne sarebbero.
    PS L’analisi di Bill è la più fulminante e approfondita disamina della poetica di Superman mai tentata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...