Incollo un mio commento a un post del buon Zacforever, riguardo alle tesi che i medievalisti (intesi non come storici specializzati nel medioevo, ma come menti affini al clima culturale predominante che ha caratterizzato quel periodo storico) da sempre oppongono al diritto fondamentale di un uomo o di una donna di vivere la propria vita come meglio crede e sente, tesi esacerbate dal dibattito sul DDL Cirninnà.

Questa la mia cassetta degli attrezzi concettuale di fronte alle tematiche dei bigotti, conservatori, oscurantisti di cui sopra:
Tesi: L’omosessualità è contro natura.
Opposizione: L’omosessualità in natura esiste eccome, altrimenti non saremmo qui a parlarne, se intendi che non esiste nel mondo animale (escluso l’uomo) è falso anche questo. Inoltre sei sicuro che vuoi adottare il sistema animale come modello morale? Lo sai che tra gli animali il rapporto sessuale tra consanguinei, ovvero l’incesto, è la norma?
Tesi: Se fossimo tutti omosessuali il genere umano si estinguerebbe.
Opposizione: se è per questo anche se fossimo tutti preti, ma non per questo impediamo per legge a degli uomini e delle donne di fare voto di castità. Inoltre ti svelo che se un uomo o una donna omosessuali sfiorano una persona dell’altro sesso, non vengono inghiottiti in una crepa dello spazio-tempo. Molte persone si sono sposate e hanno accettato o scoperto il loro orientamento solo dopo, infatti la stepchild adoption riguarda proprio quelle persone che hanno già degli figli, magari avuti da precedenti rapporti eterosessuali.
Tesi: un bambino per crescere ha bisogno di due genitori; un padre e una madre.
Opposizione: guarda non voglio neanche perdere tempo a confutare questa tesi, perché il problema non si pone: un bambino che viene adottato non ha un padre e una madre, l’alternativa qual è? Un istituto? Cosa assomiglia di più a una famiglia: due genitori seppur di sesso uguale, oppure un istituto?
Tesi: se passa la legge sulle unioni gay sarà una catastrofe sociale.
Opposizione: Ti elenco una lista di paesi in cui non solo le famiglie omosessuali sono riconosciute, ma che ne garantiscono la possibilità di adozione, e come puoi vedere sono tutti Paesi in catastrofe (se non lo hai capito sono sarcastico): Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Uruguay, Austria, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, Danimarca, Svezia, Finlandia, Norvegia, Gran Bretagna, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda.
Tesi: nella Bibbia è scritto che l’omosessualità è immorale, Dio non vuole.
Opposizione: Caro onerevole Scilipoti (l’ho risconosciuta sa? non si nasconda dietro un interlocutore immaginario inventato per comodità retorica), in quanto parlamentare della Repubblica Italiana dovrebbe sapere che il nostro è un Paese laico, ma voglio comunque chiudere un occhio su questa piccola (anche qui sono sarcastico) lacuna, ed entro nel merito del testo da Lei citato, e le ricordo quali altre terribili aberrazioni (sarcasmo) sono proibite dal Vecchio Testamento: Mangiare carne di maiale e coniglio, Mangiare crostacei e frutti di mare, Vestirsi con abiti fatti con fibre miste (come cotone + lana), Seminare nello stesso campo semi differenti, Cogliere frutti da un albero più giovane di 4 anni, Andare in chiesa nei 33 giorni successivi al parto di un figlio maschio, Andare in chiesa nei 66 giorni successivi al parto di una figlia femmina, Avere rapporti sessuali con una donna durante le mestruazioni, e dulcis in fundo Farsi la barba!

Annunci

18 pensieri su “

  1. xpisp(stefano)

    Egregio signor Barabba, lo sa che scrive alcune imprecisioni(e anch’io sono sarcastico!)
    Secondo lei tutti gli omosessuali che hanno avuto figli da un rapporto etero sono vedovi?
    No perchè la sua spiegazione della stepchild adoption prevede proprio questo!
    Si rende conto quindi di aver detto un’immane inesattezza?
    La realtà è che la stepchild adoption serve per consentire di regolarizzare ciò che oggi in Italia viene vietato alle coppie etero non fertili!
    L’utero in affitto!
    Cosa che non so perchè invece viene accettata per le coppie omo.

    Sulla immane cazzata dei bambini negli orfanotrofi mi faccia la cortesia di andare a vedere i dati delle richieste di adozione in Italia(tenga ben presente che dal 2008 con la crisi sono diminuite!) e le adozioni portate a termine.
    Le faccio i numeri di quando ho presentato la domanda nell’ottobre del 2006, domanda n°1484 …in quell’anno sono stati dati in adozione 150 bambini(che non sono 150 domande evase!!!)
    da qui la mia incazzatura quando la Signora Boldrini ha detto la MINCHIATA(non c’è altro termine) “l’adozione è un diritto”
    di chi?
    L’adozione NON è un diritto per nessuno, altrimenti non comprendo perchè ci siano valutazioni, corsi, incontri e come mai spesso ci siano delle valutazioni che NEGANO la capacità di adottare!

    Io penso che in Italia gli estremisti siano da entrambe le parti.
    Personalmente non comprendo perchè si voglia sempre impedire l’ottenimento delle unioni civili delle coppie omo mettendoci sempre qualcosa che provochi un NO.

    Sia chiaro, sull’utero in affitto ho serie perplessità in generale, non sono convinto che i bimbi nati da questa scelta non abbiano poi quel punto interrogativo sulla propria nascita che attanaglia spesso (praticamente sempre) i bambini adottivi.
    solo che per i bambini adottivi… non c’è scelta, nell’altro caso il problema lo creiamo per un nostro egoismo!

    Spero saprà accogliere un punto di vista diverso dal suo sulla questione adozione e utero in affitto!

  2. Egregio Xpisp:

    Primo: la stepchild adption è già un istituto previsto dal nostro ordinamento (legge 184 del 4 maggio 1983), per legge concesso solo ai coniugi (alcuni tribunali hanno superato questo limite riconoscendolo anche ai conviventi eterosessuali, e nel 2014 anche a una coppia omosessuale), il DDL Cirinnà, istituendo le Unioni Civili (senza distinzioni tra omosessuali ed eterosessuali) gli garantisce questo istituto senza lunghe e incerte trafile giuridiche, non vi sono differenze tra coppie omo ed etero, e inoltre in nessun modo la stepchild adoption legalizza la pratica dell’utero in affitto (alla quale personalmente sarei comunque favorevole) altrimenti lo sarebbe già dal 1983, quella è una panzana che racconta chi vuole affossare la legge.

    Secondo: non vedo come la costatazione dell’inferno burocratico che bisogna affrontare per adottare un bambino confuti la tesi che una famiglia omogenitoriale sia comunque più simile a una famiglia tradizionale di quanto non lo sia un istituto. Non colgo proprio il nesso logico.

    Detto questo le faccio comunque i miei più sinceri auguri per la sua richiesta di adozione.

  3. xpisp(stefano)

    Egregio Barabba

    La stepchild adoption in che casi può avvenire? quando una persona decide di adottare il figlio del coniuge.
    Bene, questo quando può accadere?
    o nel caso in cui l’altro genitore(credo funzioni ancora così, uomo donna-> figlio) non esista.
    quindi o è deceduto, o non ha riconosciuto il figlio oppure arriva da una delle pratiche che lei non vuole vedere.

    Lei è favorevole all’utero in affitto?
    Non lo so, mi permetto di esprimere dei dubbi.
    l’altro giorno parlavo con una donna del 1930, adottata a 6 mesi che mi diceva di quanto i suoi genitori l’avessero colmata d’amore e di come la sua vita sia stata piena.
    Però(e questo però, se si informa c’è sempre!!!!) aveva un buco, a lei restava un buco sulle sue origini, sul perchè sia stata lasciata.
    Lei non prende in considerazione che questo possa avvenire anche con un utero in affitto(e sia chiaro questo discorso vale a prescindere che la coppia che delega sia etero o omo), che il nascituro si chieda come mai la portatrice sana di feto non l’abbia tenuto dopo averlo avuto per 9 mesi nel suo corpo?
    Io temo proprio di si, e da quel che ho visto e quel che ho sentito sono ferite che segnano e non poco.

    Sull’adozione non mi ha compreso, non ci sono bambini adottabili in Italia tali da coprire le richieste.
    Gli istituti sono pieni di bambini che andrebbero in affido, pratica che è concessa praticamente a tutti(ovviamente dopo valutazione psicologica, ecc perchè anche questo NON è un diritto per l’adulto ma per i BAMBINI)
    Quindi questa panzana è simile a quelle che raccontano quelli che difendono le tesi opposte alle sue con tesi campate in aria.

    La mia richiesta per fortuna è arrivata a conclusione anni fa, ma continuo a seguire corsi, ad ascoltare storie, ecc e forse proprio per questo mi sembra che tutto questo discorso sulle adozioni gay parta dalla parte sbagliata, si parla di diritti dei gay ma mai di quelli dei bambini,
    Concordo che se ci fossero orfanotrofi pieni sarebbe meglio una coppia omo, un nonno, un single, ecc purchè sappia dare il giusto concentrato di attenzioni e amore(quindi considerati idonei come già accade ora!), ma visto che non è così, lei per suo figlio se potesse scegliere preferirebbe un braccio destro e uno sinistro o due sinistri?
    si può vivere benissimo in entrambi i casi(come si può vivere con genitori stronzi, con un solo genitori perchè orfani, ecc)ma lei a chi darebbe un bimbo in adozione di fronte a coppie fantastiche, meravigliose, amorevoli, preparate ma una etero e l’altra omo?

    PS
    per la cronaca, se ben ricordo le restrizioni dei vari paesi in cui si va ad adottare….praticamente nessuno li darebbe ad una coppia omo.

    PS2
    quando si fanno i confronti con altri paesi che vengono considerati più evoluti, per favore facciamoli anche per come gestiscono le adozioni, L’Italia ha aderito alla convenzione dell’aja per le adozioni che pone dei vincoli ben precisi e STABILISCE che il genitiore viene scelto nell’interesse del bambino(quindi in base ai bisogni del bambino si scelgono i genitori) in altri paesi(vedi stati uniti dove è eclatante) sono i genitori che vanno al supermarket dei bimbi e scelgono

    PS3
    non la voglio convincere, voglio solo metterle dei dubbi, i miei.
    Sinceramente credo che i passi andrebbero fatti uno alla volta, portare a casa le unioni civili per le coppie omo(e solo per loro, gli altri hanno tutti gli strumenti) sarebbe il primo passo, passo importante e già tardivo!

  4. Egregio Xpisp

    Riguardo alla stepchild adption: le ripeto, l’istituto esiste già per le coppie sposate, se non ha permesso l’utero in affitto per loro non potrà farlo nemmeno per le unioni civili, visto che il DDL cirinnà non modifica la legge sulla stepchild adoption ma ne allarga la platea. Semplice e cristallino.

    Riguardo i presunti problemi psicologici di chi è nato col sistema della madre surrogato: il paragone con un bambino abbandonato non regge, in quanto la donna “madre portante” dona solo l’utero, quando possibile si fa ricorso agli ovuli e spermatozoi della coppia richiedente, altrimenti si fa ricorso ad altri donatori, ergo il bambino una volta cresciuto non ha motivo di sentirsi rifiutato, ma al contrario fortemente voluto, poi indubbiamente ci sarà chi avrà dei problemi come li ha chi nasce da coppie “normali” , e nulla c’entra con la modalità di concepimento.

    Riguardo il punto sugli istituti e il secondo Post Scriptum: proprio visto che l’Italia aderisce alla Convenzione dell’Aja, e si ha la possibilità di adottare bambini con altra cittadinanza, vuol farmi credere che un bambino brasiliano orfano se lo contendano in mille coppie? Se finisce in un Istituto è pure fortunato! E comunque anche gli USA hanno ratificato la Convenzione dell’Aja!

    Riguardo al primo post scriptum: si sbaglia, e di grosso, negli Usa le adozioni da parte di coppie omogenitoriali sono migliaia (mi pare sull’ordine dei 200 mila, ma comprensivi di figli adottati e figli naturali), e per l’europa le faccio solo un caso eclatante che viene dalla Gran Bretagna: Elton John.

  5. xpisp(Stefano)

    caspita, psicologo?
    l’estremismo è duro far vacillare con dubbi.
    lei vuole convincersi della bontà della cosa, a lei come molti piace sentirsi migliore fregiandosi di battaglie per diritti altrui.
    In queste battaglie, spesso molto interessanti e giuste, però, fa come gli eserciti,non si cura dei danni collaterali.
    La differenza è che gli etero che hanno utilizzato l’utero in affitto si sono trovati con processo e figlio portato via, le coppie gay sono quotidianamente sui giornali per dimostrare la bontà della cosa!
    Le consiglio poi di farsi un bel giro per le associazioni autorizzate per le adozioni e chieda tempi e disponibilità per l’adozione internazionale.
    Evidentemente è pieno di gente incapace e priva di cuore visto che i tempi sono lunghissimi.
    Non lo sono solo in rari casi(se chiede bambini con gravi problemi irreversibili e grandi)
    purtroppo i danni collaterali dei suoi commenti nn le interessano, lei con sicurezza (e direi decisamente con poca attenzione ai bambini, ma capisco che se non si sono sentite certe storie…) suggerisce che i bambini NON avranno dubbi sulle loro origini, sul sentirsi comprati, sull’avere il dubbio di essere un capriccio(perchè la sorprenderò ma anche tra i genitori adottivi esistono dei fallimenti drammatici), ecc
    Se per lei il caso di elton john è un esempio positivo poi,,(c’è anche crisiano ronaldo, dopo l’ultimo rolex e jet ha comprato un figlio)un anziano che decide di diventare padre…. qui si sono massacrate donne che hanno partorito a 50 anni… invece un 63enne prima e 66 enne poi viene vista come una cosa giusta?
    poi dubbi(che come detto valgono per tutti) sulla surrogata
    – cosa succede se poi il bimbo nato non è sano e la coppia non lo vuole(capita..oh se capiterà)
    – come ci si regola se in separazione (capita a tutti) il genitore vuole disconoscere il figlio(un caso simile era capitato su un’eterologa di coppia etero)
    – Come fa un bimbo a non dare valore di nessun tipo alla donna che l’ha tenuto in grembo per 9 mesi?
    – ci sarà l’obbligo di dichiarare al figlio(cosa che esiste per l’adozione) la sua origine?
    -gli stati uniti aderiscono alla convenzione come dice lei, ma hanno parametri ben differenti da noi, ripeto, si faccia un giro per le varie associazioni, vada in internet a cercare storie.
    Io ho sicuramente una visione parziale, ma ho sentito cose da far paura.
    Ma sono sicuro che nessun dubbio la sfiora.
    Vada avanti con la sua battaglia.
    Io spero solo che questa aggiunta non pregiudichi l’ottenimento tanto atteso del riconoscimento legale di una coppia dello stesso sesso.
    Questo sarebbe veramente un passo indietro.

    PS
    Vede, a me la gestione di certe cose in Italia non piace e fa paura perchè pieno di buchi neri e di giudici che sovvertono l’ordine.
    L’eterologa, per esempio, diventata legale per una sentenza, non prevede l’obbligo di un percorso psicologico.
    in fondo per l’uomo che viene sostituito da un donatore si tratta di adozione e sarebbe opportuna prima una valutazione.
    Invece no!
    Sarebbe importante anche nel caso opposto, ma li almeno la donna avrebbe 9 mesi per sentirlo sicuramente suo.
    Anch’io non ho mai preso in considerazione tali problemi… ma poi ho scoperto un mondo di cose per me assurde.

    Mi scusi se l’ho disturbata

  6. caspita, psicologo?
    – no sociologo.

    lei vuole convincersi della bontà della cosa, a lei come molti piace sentirsi migliore fregiandosi di battaglie per diritti altrui.

    – è curioso come non l’abbia sfiorata il dubbio che queste battaglie non possano avere a che fare col mio privato, o di persone a me care. Inoltre l’impegno politico inteso come “mi interesso solo delle cose che mi portano un vantaggio personale” mi ha sempre fatto schifo.

    La differenza è che gli etero che hanno utilizzato l’utero in affitto si sono trovati con processo e figlio portato via, le coppie gay sono quotidianamente sui giornali per dimostrare la bontà della cosa!
    … Vede, a me la gestione di certe cose in Italia non piace e fa paura perchè pieno di buchi neri e di giudici che sovvertono l’ordine.

    – Ma di cosa sta parlando? L’utero in affitto non è una pratica consentita dal sistema giuridico italiano, e per quanto si ostini a pensarlo non è presente nel DDL Cirinnà (ma lo sa che la stepchild adoption, ripeto per l’ennesima volta istituto già esistente, il bambino deve avere almeno 14 anni?), quando ci saranno le condizioni politiche di farlo se ne farà una legge, mi auguro scritta bene, per evitare lacune giuridiche in cui intervengono i tribunali.

    Le consiglio poi di farsi un bel giro per le associazioni autorizzate per le adozioni e chieda tempi e disponibilità per l’adozione internazionale.

    – Rilegga il mio commento su questo punto al messaggio precedente: la costatazione dell’incubo burocratico non confuta il dato che una famiglia omogenitoriale sia più simile a una famiglia tradizionale di un istituto, o della strada nel caso del bambino brasiliano.

    Come fa un bimbo a non dare valore di nessun tipo alla donna che l’ha tenuto in grembo per 9 mesi?

    – Be’ effettivamente ne ho visti una marea di cinquenni e seienni che si struggono al pensiero della gestazione, anche se non sanno cosa sia visto che credono ancora alla cicogna, La lascio con un detto che mi pare sia napoletano: “I figli sono di chi li cresce, e non di chi li fa”.

  7. xpisp(stefano)

    Non credo di averle mai detto che “mi interesso solo delle cose che mi portano un vantaggio personale”
    credo anzi che nonostante le sue posizioni ferme sia comunque disponibile ad un confronto ed è una cosa che apprezzo.

    Di cosa sto parlando? In questi ultimi mesi per dimostrare la capacità genitoriale delle coppie omo continuano a proporre casi presenti in Italia.
    Uno dei più eclatanti quella del prete che ha battezzato(e meno male!) le tre gemelle figlie di due uomini….
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/02/roma-battezzate-tre-gemelle-di-una-coppia-gay-con-lok-del-vescovo-bimbe-nate-con-la-fecondazione-in-vitro/2425663/
    Quindi direi una pratica illegale ma alla fine consentita!

    Sulla questione se è meglio una famiglia omogenitoriale o … io le ho posto un quesito al quale lei non ha risposto.
    Io credo che la coppia etero presenti (ovviamente sempre in linea di potenzialità) una maggiore gamma di sfumature di sensibilità.
    Abbiamo due esseri differenti, con caratteristiche differenti e capacità di recepire fatti, emozioni, ecc in maniera diversa.
    Non sto parlando di migliore o peggiore, perchè come spero lei credo non esista una statistica se sono meglio le coppie omo o etero.
    ma questo è un pensiero mio, un mio limite probabilmente di credere che un uomo e una donna in quanto molto diversi sotto molti aspetti possano dare più opportunità.
    Poi sono ben cosciente che figli cresciuti da un solo genitore sono diventate persone splendide… ma parlo di possibilità.
    Immagino che lei darebbe il massimo.

    Sul fatto che i figli siano di chi li cresce… vuole che non sia perfettamente in accordo con lei?
    Però la sua frase la trovo sciocca(scusi se mi permetto), sciocca perchè fior di psicologi, assistenti sociali, ecc mi hanno ripetuto di questa ferita che è presente anche sui bimbi adottati a 15gg di vita!
    Eppure le ho anche riportato il caso della donna 86enne che ancora dice di sentire questa mancanza pur avendo avuto dei genitori fantastici e che ama e rispetta dopo tanti anni dalla loro morte.
    Ma forse ha ragione lei, sono solo degli sciocchi sentimentali.
    ops
    forse a lei sfugge che questo tasto mi tocchi personalmente.
    Forse quindi le sedute dallo psicologo e dalla psicomotricista che sta seguendo un seienne di mia conoscenza per vari problemi emersi…. sono colpa della cicogna?

    Comunque, in ogni caso io sono per i passi.
    ripeto, spero che questo punto non sia la scusa per bocciare una legge che serve.

    la ringrazio nuovamente!

  8. e con questo cosa vorrebbe dire? che la stepchild autorizza la pratica della maternità surrogata? Le spiego 2 cose: 1° la stepchild per le coppie omosessuali è stata stralciata dal ddl cirinnà, 2° il ddl cirninnà (che le ripeto non avrà la stepchild per le coppie non sposate) comunque non è ancora legge in quanto deve passare dal voto della camera (e quando passerà devono comunque trascorrere 30 giorni dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale affinché diventi effettiva). Io fatico seriamente a seguire i suoi ragionamenti. Tra l’altro l’articolo da lei incollato è anche inutilmente sensazionalistico, visto che non è vero che si tratta della prima sentenza di stepchild adoption per una coppia omosessuale, la prima è avvenuta grazie a una sentenza del tribunale di Roma nel 2014, forse piuttosto questo è il primo doppio riconoscimento con una sola sentenza. Vede, la necessità di un riconoscimento legale della stepchild per le coppie (sia esse etero e omo, come era nel testo originale della Cirinnà) è doverosa proprio per impedire queste diseguaglianze, che a seconda dell’interpretazione di una legge che ha perso efficacia perché nel frattempo la società è profondamente cambiata, una coppia su 1000 vinca la lotteria dei tribunali, e le altre 999 no.

  9. xpisp(stefano)

    Lei non vede cosa questo porterà!
    Io NON sono tenuto a rispettare la legge italiana.
    Se non lo faccio sulla riproduzione perchè devo seguire la legge per l’adozione?
    Chi mi impedisce di andare, comprare(come l’utero in affitto) un bambino che scelgo, adottarlo nel paese di origine e poi pretenderne il riconoscimento in Italia?
    Sarebbe una grave discriminazione non farlo!
    So perfettamente che non è nella legge Cirinnà, ma come vede i giudici che toglievano i bambini alle coppie etero che ricorrevano alla surrogata, oggi cambiano bandiera!
    Per la cronaca, come protezione dei minori basta che il genitore indichi nel partner il suo tutore.!
    E ribadisco che contesto la surrogata a prescindere da chi vi ricorra e non per motivi religiosi ma per i troppi occhi di bambini feriti che incontro.
    Bambini felici della loro vita ma feriti da quell’abbandono che non riescono a spiegarsi se non svilendo loro stessi.
    Saluti

  10. Esimio Maestro, domani sera al cinema Quattro Fontane a Roma La Macchinazione in anteprima, se vai su Movieplayer ti scarichi il vaucher per due ingressi gratuiti.
    Nel medesimo istante io saro’ a Padova all’Astra.

    Poi gradirei una tua recensione, che ovviamente sara’ immediatamente pubblicata da me.

    Hasta
    Zac

  11. xpisp(stefano)

    dunque, riprendiamo il discorso abbandonato.
    lei dice:”un riconoscimento legale della stepchild per le coppie (sia esse etero e omo, come era nel testo originale della Cirinnà) è doverosa proprio per impedire queste diseguaglianze, che a seconda dell’interpretazione di una legge che ha perso efficacia perché nel frattempo la società è profondamente cambiata,”
    Le diseguaglianze non ci sono, esistono delle leggi in italia, le rispetti? ok, non le rispetti vai punito.

    La surrogata è consentita? NO
    bene, quindi l’adozione per un figlio fatto fuorilegge va IMPEDITA, altrimenti è meglio cambiare la legge!
    Altrimenti, io domani vado e compro(come dice il suo amico poco educato ZAC) un bambino da una famiglia del paese xy che con 4 soldi me lo fa figurare come figlio e poi in Italia pretendo che tale procedura venga riconosciuta!
    Oppure mi sposo una 11enne in un paese dove è consentito, anzi magari due e poi le porto qui e pretendo che lo stato riconosca, perchè la società è cambiata!

    Ora, bisogna scegliere se le leggi valgono o se vale la legge di chi ha i soldi.

    Lei è per chi ha i soldi che sfrutta i feti di chi non ne ha!
    Io sono per il NON sfruttamento dei feti, al limite per una regolamentazione stringente.

    Certo fa sorridere che sia vietato comprare un organo perchè immorale, ma si spinge e supporta la teoria per cui si può comprare un essere umano intero!

  12. Lei: “Le diseguaglianze non ci sono, esistono delle leggi in italia, le rispetti? ok, non le rispetti vai punito.”

    Io: come non ci sono? Lei stesso ha detto che se avesse ricorso lei alla maternità surrogata le avrebbero tolto il figlio, e come non avrebbero riconosciuto il suo figlio ipotetico così non sono stati riconosciuti i figli di altre coppie che hanno fatto ricorso, sia etero che omo, queste SE NON SONO DISUGUAGLIANZE QUESTE… e sono permesse perché la struttura della legge non è adeguata al tempo, sia per quanto riguarda le nuove tecniche medico scientifiche che i cambiamenti socio-culturali, e in mancanza di norme univocamente applicabili si inseriscono le interpretazioni.

    Lei: “La surrogata è consentita? NO
    bene, quindi l’adozione per un figlio fatto fuorilegge va IMPEDITA, altrimenti è meglio cambiare la legge!”

    Io: ah, sulla conclusione sono assolutamente d’accordo, ma c’è modo e modo di cambiarla, e il modo che intendo io è esattamente l’opposto di quello che desidera lei.

    Lei: “Lei è per chi ha i soldi che sfrutta i feti di chi non ne ha!”

    Io: Bene, mi pare che le nostre posizioni siano inconciliabili e lei sia diventato oltremodo molesto, inoltre si mette a dare del maleducato qui a Zac che non essendo partecipe della conversazione è improbabile che legga e che quindi le possa rispondere, non è più il benvenuto. Addio.

  13. xpisp(stefano)

    ok solita maniera di chi non sa confrontarsi!
    Essendo amico di uno che ha detto:”ma perché non rivendi il figlio che hai acquistato a una coppia gay?
    guadagneresti dei soldi e il pargolo crescerebbe come un uomo civile, e mmagari si
    scorderebbe dell’ebete che se lo e’ comprato.
    mamma mia che merda che sei.”
    non potevo aspettarmi una capacità di confronto.
    Ripeto, lei NON prende in considerazione i diritti dei nascituri, lei NON valuta neppure la possibilità dei traumi che possono derivare da una surrogata.
    La cosa comica e che se dicessi che sono favorevole alla vendita dei propri organi lei e molti suoi simili sarebbero inorriditi, ma sono concordi nella vendita(perchè di questo si tratta) di esseri umani!
    La saluto e la lascio insieme al suo amico fascista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...